Privacy

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
EX ART. 13 D. LGS. 196/2003

Gentile Cliente/Fornitore
desideriamo informarLa che il Testo Unico sul trattamento dei dati personali (d. lgs. 196/2003) prevede le misure da adottare per la tutela della riservatezza dei dati personali delle persone e di ogni altro soggetto.

Ai sensi dell’articolo 13 del citato Testo Unico, pertanto, La informiamo di quanto segue.

1) FINALITÀ E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO Il trattamento dei dati che La/Vi riguardano è funzionale all’esecuzione, da parte della presente Non Solo Gomme di Favero Maurizio dei compiti affidati; i dati personali, forniti da lei direttamente o comunque acquisiti, finalizzati unicamente alla esecuzione degli ordini da lei impartiti e comunque per l’esecuzione degli obblighi contrattuali e per adempiere a specifiche richieste nella fase delle trattative e quindi per tutto ciò connesso all’attività. Il trattamento è effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici o comunque automatizzati, e con l’adozione di ogni misura idonea a garantire la sicurezza e la tutela dei Suoi/Vostri dati, questo vale anche per il trattamento cartaceo. Ciascun singolo terminale è protetto da individuali password d’accesso che permettono la selezione del personale destinato ad entrarvi a contatto. I locali sono strutturati nelle forme necessarie ad assicurare l’intangibilità dei Suoi/Vostri dati e l’inaccessibilità degli stessi da parte di soggetti estranei alla Non Solo Gomme di Favero Maurizio.

2) NATURA OBBLIGATORIA O FACOLTATIVA DEL CONFERIMENTO DEI DATI.Il conferimento dei dati è obbligatorio al fine di permettere lo svolgimento della prestazione dovuta dalla presente struttura, con particolare riguardo al trattamento dei dati necessari alla conclusione della compilazione dei moduli e modelli contributive fiscali a Lei inerenti, nonché all’attività di assistenza a Lei offerta per ogni pratica relativa al settore casa d’aste per conto terzi, da noi gestita.

3) CONSEGUENZA DELL’EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE. L’eventuale rifiuto di fornire tali dati comporterebbe la mancata o parziale esecuzione dell’incarico affidato.

4) SOGGETTI O CATEGORIE DI SOGGETTI AI QUALI I DATI PERSONALI POSSONO ESSERE COMUNICATI O CHE POSSONO VENIRNE A CONOSCENZA IN QUALITÀ DI RESPONSABILI O INCARICATI, ED AMBITO DI DIFFUSIONE DEI DATI MEDESIMI. I dati, salvo esplicito diniego, potranno essere comunicati ai collaboratori della struttura, ai quali a tal fine è attribuito apposito incarico e specifiche istruzioni.
I dati potranno essere comunicati, salvo Suo diniego, agli uffici pubblici e privati il contatto con i quali si riveli necessario allo scopo di eseguire l’incarico conferito; a collaboratori esterni ed a tutti quei soggetti cui la comunicazione sia necessaria per il corretto adempimento delle finalità indicate nel punto 1.
I dati verranno altresì trattati e conservati al fine di consentire al titolare del trattamento il corretto adempimento degli obblighi, in particolare fiscali e contabili, previsti dalla legge e verranno comunicati a coloro i quali prestano l’assistenza necessaria a tali fini ed alla corretta gestione dell’attività svolta dallo scrivente.
Di tali dati potrà venire a conoscenza chi ci presta assistenza informatica, anche per rispettare gli adempimenti imposti dall’allegato B) del DPR 196/2003.

5) DIRITTI DI CUI ALL’ARTICOLO 7 DEL TESTO UNICO. Lei, quale interessato ed ai sensi dell’art. 7 del Codice, può esercitare i diritti a Lei riconosciuti dal Testo Unico sopra citato nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 7 dello stesso Testo Unico. Per Sua comodità riproduciamo integralmente il testo del suddetto articolo, ai sensi del quale Lei ha diritto di:
ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelleggibile;
ottenere l’indicazione dell’origine dei dati personali trattati; delle finalità e delle modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato sul territorio dello Stato, di responsabili o incaricati;
ottenere l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima od il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l’attestazione che le operazioni suddette sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
opporsi, in tutto od in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta.

6) TITOLARE, RAPPRESENTANTE NEL TERRITORIO DELLO STATO, RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO Titolare del trattamento è Maurizio Favero.
Trieste, 14 febbraio 2016

Firmato  ___ Maurizio Favero ____

TPMS

TPMS acronimo di tyre presson monitorizing system, dal 1 novembre 2014 è diventato obbligatorio avere un sistema di rilevamento della pressione sulle vetture di nuova immatricolazione.
Può essere diretto, con un vero e proprio sensore all’interno del cerchio, o indiretto, cioè che viene “letto” dal sistema ABS.
Questo secondo sistema lavora sul fatto che una gomma sgonfia gira più velocemente di una gonfia per via della riduzione del suo diametro, quindi l’ABS manda un segnale di allarme sul cruscotto dell’autoveicolo.
Ovviamente non specifica quale ruota risulta sgonfia, sarà compito dello specialista identificarla.
Diverso è il sistema diretto: in caso di allarme viene specificata quale ruota è sgonfia, spesso nel menù del computer dell’autoveicolo si possono monitorare in tempo reale pressione e temperatura degli pneumatici.
In compenso in caso di rotazione periodica degli pneumatici non è raro dover entrare in centralina per comunicare il cambio di posizione.
Dentro la ruota c’è un vero e proprio sensore che comunica via radio i dati alla centralina dell’autoveicolo.
Questo sensore rende le operazioni di smontaggio montaggio dei pneumatici un po’ più complicato.

La Non solo gomme, sarà sempre a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

tpms

 

Run-flat

Ormai quasi tutte le case produttrici di pneumatici offrono pneumatici run flat Che lo chiamino RSC RFT, DSST, EMT, SSR oppure ZP , questa tipologia di pneumatici si basa su un unico concetto: il pneumatico sopporta il peso del veicolo anche con pressione zero.
Per far ciò, è importante che il fianco del pneumatico sopporti alte temperature (dovute al maggior attrito) e che sia sufficientemente rigido e robusto per sostenere il veicolo. Ovviamente la tenuta di strada con pressione zero non è la stessa e per evitare spiacevoli incidenti, la vettura deve essere dotata di un sistema di controllo pressione diretto o TPMS (Tyre Pressure Moritorizing System), un sensore che ci avvisa della perdita di pressione oppure indiretto, dove la pressione viene “letta” dal sistema ABS.
Benché venga pubblicizzato come prodotto montabile su tutti i cerchi, non tutti i produttori di cerchi consentono il montaggio di run flat sui loro prodotti.
I pregi sono evidenti: maggiore sicurezza, mai più gomme cambiate in autostrada con i Tir che sfrecciano alle spalle. Ma non sempre è prevista o consentita la riparazione.
Visto l’incremento di peso, se la vettura non monta run flat come primo equipaggiamento, le sospensioni devono essere rinforzate e ricordatevi sempre di rivolgervi a un rivenditore specialista abilitato.
Una cosa a parte sono gli pneumatici antiforatura con mousse all’interno. Si riconoscono perché spesso nelle varie denominazioni commerciali compare la scritta SEAL.Smontando il pneumatico troveremo all’interno nella zona corrispondente al battistrada una mousse appiccicosa, in caso di foratura sarà essa a sigillare il foro.
Essi offrono un buon comfort di marcia, e l’incremento di peso è decisamente più contenuto. Però in caso di urto con rottura del fianco non offrono nessuna protezione.

La Non solo gomme, sarà sempre a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

La scelta migliore

Come scegliere il pneumatico più adatto alle nostre esigenze?

1. Tipo di vettura.
– Quando si sceglie un pneumatico dobbiamo considerare che un pneumatico per una monovolume deve avere caratteristiche diverse da quello per una vettura sportiva, anche se la misura è la stessa.

2. Misura del pneumatico
– Molte auto possono montare diverse misure per soddisfare target di utenze diverse.
– Ricordiamoci che per quanto siano “belli”, i pneumatici ribassati peggiorano sempre il confort di marcia e benchè la tenuta di strada ne venga incrementata, quando perdono aderenza , la perdono repentinamente, senza nessun tipo di avvisaglia. Infatti un penumatico con la spalla alta (cioè non ribassato) prima di perdere aderenza, invia dei chiari segnali di ciò che sta succedendo (ad es. sterzo più leggero, fischio in curva, ecc..)

3. Stile di guida
– Sport: chi sceglierà questo tipo di pneumatico apprezzerà sicuramente la carcassa più rigida che dà allo sterzo risposte più immediate e precise; le mescole, più morbide, e quindi soggette a una più rapida usura, daranno però una tenuta di strada al top.
– Confort: chi sceglierà questo tipo di pneumatico apprezzerà sicuramente la carcassa più morbida che attutisce tutte le asperità del terreno, e la scultura a passo variabile che renderà il pneumatico decisamente più silenzioso.

La soddisfazione dell’utente passa attraverso queste scelte!

…e ricordatevi di affidarvi sempre a rivenditori specialisti!

Normative/garanzie

DATA DI FABBRICAZIONE
Come noto, allinterno della marcatura DOT (che serve solo ad attestare la rispondenza del pneumatico agli standard americani –Department Of Transportation) è riportata anche la data di fabbricazione del pneumatico. Tale data è rilevabile dall’ultimo gruppo di cifre della marcatura stessa (es: 1505 significa pneumatico prodotto durante la 15a settimana del 2005).
L’indicazione sul pneumatico della sua data di fabbricazione è comunque prevista anche dai Regolamenti ECE/ONU in vigore.
Lo scopo di riportare tale data sul fianco del pneumatico è sempre quello di assicurare ai produttori di pneumatici la cosidetta tracciabilità del prodotto.

DURATA DEL SERVIZIO
Per quanto riguarda la “durata del Pneumatico” (sia in senso generico, ma anche specificatamente alle condizioni di servizio) è opportuno precisare che, a livello normativo non esistono, al momento, prescrizioni o limitazioni di impiego direttamente riferite e/o collegabili alla sua data di fabbricazione, vista l’estrema variabilità di tutti i fattori in gioco associabili al concetto di durata.
Tutti i produttori europei di pneumatici, prevedono e suggeriscono:
– Una serie di normali raccomandazioni per quanto riguara l’immagazzinamento.
Tali raccomandazioni hanno lo scopo di limitare i naturali fattori d’invecchiamento (umidità, temperatura, luce, fonti d’ozono, ecc.)
– Il controllo periodico durante l’impiego.
Tale controllo, a cura dell’utente finale, ha lo scopo di verificare l’eventuale insorgere di segnali visivi (screpolature, deformazioni, ecc.) o dinamici (rumore, vibrazioni, ecc.).
In tale eventualità si raccomanda un’accurata verifica presso un rivenditore specializzato del settore (gommista) per assicurarsi che il pneumatico sia ancora idoneo a proseguire nel suo impiego.
Paradossalmente quindi, è migliore un penumatico più vecchio (di data) ma stoccato correttamente che un pneumatico più recente ma immagazzinato non correttamente!!!

GARANZIA
Per quanto riguarda la garanzia, bisogna distinguere tra Garanzia Legale e Garanzia Commerciale.

Garanzia Legale (Decreto Legislativo 2 febbraio 2002 – n.24)
Compete al “venditore finale” nei confronti del “consumatore finale” (inteso come utilizzatore privato – non professionale). Copre tutti i beni di consumo, pneumatici compresi. Riguarda i soli vizi d’origine o difetti di conformità al contratto e decorre comunque dalla data di vendita, comprovata dalla consueta prova di acquisto (es: scontrino fiscale).
Tale garanzia legale, come previsto dalla Direttiva Europea 1999/44/CE. è di 2 (due) anni a partire dalla data di vendita del pneumatico.
Essa è quindi svincolata dalla data di produzione del pneumatico.

Garanzia Commerciale
E’ quella che si basa su eventuali/diverse formulazioni che il venditore può offrire, con adeguata documentazione, al consumatore.
Tale garanzia commerciale rientra nel campo delle garanzie aggiuntive, ma non è da confondere con la garanzia legale; qualora venga fornita è sempre complementare alla garanzia legale e non può sostituirla.

La Non solo gomme, sarà sempre a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

Informazioni utili

Controllare le pressioni a pneumatico freddo, regolarmente ogni 30 giorni, compresa la ruota di scorta.
Non ridurre mai le pressioni se i pneumatici sono caldi.
Assicurarsi della presenza del cappuccio valvola e serrarlo solo a mano.
Con i pneumatici nuovi procedere a velocità moderata per i primi 100 km.
Urti violenti contro marciapiedi, buche stradali e ostacoli di varia natura possono essere l’origine di lesioni interne dei pneumatici non immediatamente evidenti o rilevabili visivamente; in tal caso far controllare da un esperto anche l’interno della copertura.
Far controllare periodicamente l’equilibratura delle ruote.
Controllare regolarmente la profondità degli incavi del battistrada: infatti le prestazioni sul bagnato diminuiscono proporzionalmente allo spessore del battistrada.
La profondità del battistrada non deve mai essere inferiore ai limiti legali (1,6 mm legge n.142 Art.66 del 18/02/1992 ) tuttavia per rimanere nei margini di sicurezza si consiglia di sostituire i pneumatici quando il battistrada è di circa 3 mm.
In caso di consumi del battistrada irregolari, consultare immediatamente un rivenditore specialista.
In caso di utilizzo di ruote e pneumatici per uso temporaneo (ruotino d’emergenza) attenersi scrupolosamente alle condizioni di impiego stabilite dal costruttore del veicolo.
Si raccomanda l’inversione delle ruote ogni 10.000 km per evitare consumi eccessivi sulle ruote motrici e scalinamenti su quelle non motrici.
L’ assetto ruote (convergenza, campanatura) deve essere fatta ogni 25.000 km, o dopo un forte urto oppure in caso di usura anomala dei pneumatici.
Le riparazioni, il montaggio e lo smontaggio dei pneumatici devono essere affidate ad uno specialista che se ne assumerà la responsabilità.
I pneumatici invecchiano anche se usati poco o mai usati. Screpolature nella gomma del battistrada e dei fianchi, a volte accompagnate da rigonfiamenti, sono un segnale di invecchiamento: fare accertare da uno specialista l’idoneità all’impiego.

La Non Solo Gomme, sarà sempre a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

Il pneumatico

Il pneumatico è un piccolo concentrato di tecnologia, non dimentichiamoci che la tenuta di strada è questione di quei pochi centimetri quadrati su cui appoggia il pneumatico, a cui affidiamo tutta la nostra sicurezza.
Ma il pneumatico non è solo tenuta di strada: è anche comfort di marcia, chilometraggio, rumorosità e risparmio energetico in termini di carburante speso per avanzare.
Su tutti i pneumatici sono indicate le caratteristiche tecniche, costituite da misura, “indice di carico” (numero) e da un “codice di velocità” (lettera).
Al momento della sostituzione i pneumatici scelti dovranno avere dei codici di carico e di velocità, uguali o superiori a quelli segnalati sul libretto di circolazione.

Pneumatici Estivi
Gli pneumatici estivi danno il loro massimo con temperature al di sopra dei 7 gradi centigradi.
Di loro apprezzeremo la loro tenuta di strada sul bagnato, silenziosità di marcia, il risparmio energetico, la loro reattività nelle curve.
La scelta va fatta con ponderazione pensando al tipo di utilizzo che si fa dell’auto.

Pneumatici Invernali
Gli pneumatici con cui è consentita la marcia su neve sono riconoscibili dalla sigla M+S presente sul fianco del pneumatico. Ciò ha valenza europea, mentre il fiocco di neve (snow flake) e il simbolo montàno (three peaks) ha valenza normativa per il mercato nord americano dove il pneumatico deve superare i test previsti dalla normativa ECE 117,02.
Per questi pneumatici e solo durante il loro periodo di riferimento (15 ottobre 15 maggio) è consentito il montaggio con codice di velocità inferiore a quello prescritto dal libretto di circolazione.

Pneumatici 4 stagioni (all season)
Prodotto dedicato a chi fa pochi chilometri con l’auto, gli pneumatici all season hanno la sigla M+S e molto spesso anche il fiocco di neve con il simbolo montàno. Ciò rende difficile il loro riconoscimento da parte delle persone non esperte.
Il pneumatico 4 stagioni ha prestazioni intermedie tra l’estivo e l’invernale, quindi consigliamo di valutare attentamente il loro acquisto.

Interno di un pneumatico:

Interno Pneumatico

   Interno Pneumatico

Indicazioni

  interno_pneus

indicazioniEsempio di marcatura:
175/70R13 ENERGY 82T TUBELESS

1. Indicatore di usura
2. 175= lunghezza di sezione in mm
3. /70= pneumatico serie 70 (altezza/larghezza)
4. R= struttura radiale
5. 13= diametro di calettamento in pollici (= a quello della ruota)
6. ENERGY = modello del pneumatico
7. 82 = indice di carico (82= 475 kg)
8. T = simbolo categoria velocità (T=190 Km)
9. TUBELESS= pneumatico per impiego senza camera d’aria.
10. M+S = Mud + Snow pneumatico invernale o da fango
11 . RSC = pneumatico run flat

 

Ecco come si misurano le dimensioni del pneumatico:

ampiezza_pneus

La Non solo gomme, sarà sempre a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

chi siamo e dove

Esperti, dinamici, veloci, sempre attenti alle novità e alle esigenze della clientela, siamo sul mercato da parecchi anni.

Maurizio Favero, alcuni anni dopo aver acquistato la Camozzi Gomme in via Fabio Severo 9, ha deciso nel 1989 di proseguire la strada di esperto in pneumatici da solo e ha fondato la Non Solo Gomme.

Dall’aprile del 2003 la ditta si è trasferita nei più ampi ed accoglienti locali di via Fabio Severo 18/A .

Il nostro orario è :
dal lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.45 e dalle 14.30 alle 18.30;
sabato dalle 8.00 alle 12.00
in novembre e dicembre sabato aperto anche dalle 14.30 alle 18.00

mappa